Ultim'Ora

Matera. Rifiuti in strada. Cassonetti stracolmi, periferia come discarica. L’associazione 3P denuncia e fa esposto alle Autorità

Matera, rifiuti in strada (foto Ass. 3P) ndr.

di Franco Nacucchi

MATERA, 18 OTT. - Matera, da Capitale della Cultura 2019 a discarica a cielo aperto 2020 nelle vie cittadine e periferiche. È questo lo scenario odierno di una città che nella cultura, nella storia ha investito milioni di euro. Cassonetti di rifiuti stracolmi, specialmente in periferia, tra via Gravina e angolo via Virgilio, nel Piazzale del Mercato quartiere Piccianello. Molti cittadini residenti e molti turisti hanno evidenziato questo grave disagio.

Si chiede ai responsabili istituzionali, ai responsabili dell'azienda addetta alla raccolta dei rifiuti, al servizio di Igiene Pubblica e di Sicurezza per i cittadini di intervenire urgentemente.
 
La raccolta differenziata era in atto ma oggi è solo un ricordo, un accenno. Si dovrebbe attuare in tutta la città, svolta con piacere dai cittadini. Un cambiamento doveroso per la salvaguardia dell'ambiente, per la tutela della salute dei cittadini e dei turisti.
Sarebbe doveroso considerare una nuova visione dei rifiuti: non più come scomoda spazzatura, ma come una vera e propria risorsa.

L'obiettivo di separare i vari materiali per permetterne il riciclo e il recupero è la meta da raggiungere per evitare che i costi di smaltimento diventino sempre più alti con conseguente crescita delle spese addebitate ai cittadini.
È stato chiesto ai cittadini di assumersi questo importante compito con coscienza, responsabilità e senso civico, perché solo così si potrebbe garantire un futuro migliore alla città, ai propri residenti e ai turisti.

I responsabili istituzionali, a livello comunale, provinciale e regionale, dovrebbero dare esempio di correttezza e attenzione per la tutela alla salute pubblica. In questo periodo particolare, di emergenza sanitaria in corso, in cui si chiede ai cittadini l'osservanza delle norme igienico salutari e di sicurezza, dovrebbe essere un motivo in più per alzare il livello di guardia e attuare la raccolta, svuotando i cassonetti. Con questo scempio dei rifiuti abbandonati in terra, Matera si scoraggia e i turisti fuggono, dando così un cattivo esempio e un pessimo servizio ai cittadini.

L'associazione culturale 3P presieduta da Franco Nacucchi, si riserva di inviare esposto ai vari responsabili istituzionali, comunali, provinciali e regionali, ai responsabili della sanità pubblica e della sicurezza e al Ministero della Salute, poiché il Ministro è conterraneo, un Lucano.





lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento