Ultim'Ora

Trani. Conservava 750 kg di rame di dubbia provenienza. La Polizia Ferroviaria di Barletta sequestra materiale e deposito e denuncia 21enne

Polizia (foto web) ndr.

di Redazione


TRANI, 26 OTT. (Com. St.) - Nel fine settimana, nell’ambito dell’attività finalizzata al contrasto dei furti di rame in danno delle imprese ferroviarie, gli agenti della Polizia Ferroviaria di Barletta hanno sottoposto a controllo un deposito di materiale ferroso ubicato in agro di Trani (BAT).

Nel corso dell’operazione, sono stati rinvenuti, all’interno di un cassone, 750 chili di rame, per il quale il titolare del deposito non ha saputo giustificare la provenienza. Al termine del controllo, il rame è stato sequestrato, mentre il titolare, un tranese di 21 anni con precedenti per stupefacenti, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per ricettazione e deposito incontrollato di rifiuti non pericolosi.

Nei giorni scorsi gli agenti della Polizia Ferroviaria di Bari hanno sventato il furto di cavi di rame sui binari della linea Bari-Foggia, nei pressi dello scalo di Bari Parco Nord. I malfattori, alla vista della Polizia, si sono dileguati facendo perdere le proprie tracce. Sul posto, gli agenti hanno recuperato la refurtiva, consistente in 80 metri di cavi, occultati dai malviventi nei cespugli di una scarpata, restituiti poi a Rete Ferroviaria Italiana.

Nell’ambito dell’attività di recupero e di accertamento, su tutto il territorio di competenza, preziosa è anche la collaborazione del presidio di Protezione Aziendale del Gruppo F.S.Italiane, che monitora, con personale e specifica strumentazione le zone più sensibili.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento