Ultim'Ora

Calcio Foggia-Virtus Francavilla derby del riscatto



Rocca in azione contro il Teramo (foto Foggia Today) ndr

di Mario Schena 

FOGGIA, 21 NOV. - Un derby da vincere per risalire la china. Considerazione valida sia per il Foggia che per la Virtus Francavilla. Due squadre in cerca di riscatto. I rossoneri per dimenticare lo stop di Teramo che più che per la sconfitta ha pesato sulla psiche dei rossoneri per il comportamento dei ragazzi di Marchionni, troppo disattenti in difesa e pochissimo incisivi in attacco mentre per la Virtus la gara è importante per risalire una classifica decisamente precaria che con soli nove punti pone i biancazzurri a sole due lunghezze dall’inferno della piena zona retrocessione. Il Foggia è stato criticato per i gol subiti finora frutto spesso di svarioni difensivi costati molto caro e per la scarsa potenzialità in attacco che vede i rossoneri aver messo a segno undici reti con Curcio bomber con i suoi sei gol, ma con quattro realizzazioni dal dischetto. Perso il belga Naessens in attacco, ha deluso finora Dell’Agnello, sul quale si puntava molto come anche D’Andrea che sta giocando al di sotto delle sue potenzialità. Provato Rocca come “falso nove”, ma l’esperimento è decisamente fallito. Tredici penti e zona paly off da consolidare. Le parole di Marchionni nella conferenza stampa pre partita fotografano la situazione: “Affrontiamo una squadra tosta, da prendere con le pinze perchè il campo ci insegna che non c’è niente di scontato; di certo noi non possiamo permetterci ulteriori passi falsi, soprattutto in gare come queste che sono cruciali per portare punti a casa e proseguire nel nostro cammino che porta alla salvezza. Come si batte la Virtus? Beh sicuramente evitando di concedere troppo, come invece ci è capitato spesso fino a questo momento ma soprattutto creando occasioni da rete, cosa in cui fatichiamo un pò ultimamente.” Il cammino della Virtus fuori casa non è dei migliori. Sull’altro fronte eccezion fatta per la vittoria di Monopoli la squadra di Trocini non ha entusiasmato, nelle altre trasferte tre sconfitte ed un pari costituiscono il magro bottino ottenuto lontano da casa e per il tecnico biancazzurro non ci sono alternative alla vittoria: "Affronteremo una squadra scorbutica e fastidiosa, che fa giocar male le compagini che incontra. Metteranno in campo aggressività, sappiamo che di fronte avremo un gruppo ben organizzato. Per noi il risultato è la cosa più importante e crediamo che la strada da percorrere per arrivare ai tre punti sia il bel gioco, però siamo altrettanto consapevoli che dobbiamo vincere perché la classifica è quella che è". Insomma due squadre decise e a far propria l’intera posta. Al campo l’ardua sentenza. 


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento