Ultim'Ora

Foggia, Gli Amici del Viale: “Al Quartiere Ferrovia bisogna continuare con controlli delle Forze dell’Ordine”

Controlli Polizia Quartiere Ferrovia Foggia (foto PS) ndr.

di Redazione

FOGGIA, 06 DIC. (Com. St.) - «L'emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid 19 è tutt'altro che superata e far rispettare le regole risulta difficilissimo.

Con l'ordinanza sindacale n° 92 del 3 /11/2020, rinnovata con la n° 94 del 23/11/2020, le vie del degrado e dell'illecito hanno subito un lieve miglioramento. La presenza dei vigili urbani nella mattinata e nel pomeriggio serve da deterrente consentendo ai residenti una pseudo-forma

di vita civile almeno in alcune ore del giorno. Purtroppo durante le prime ore pomeridiane con il cambio del turno della polizia locale la situazione di bivacco, vendita abusiva di stracci, assembramenti, abuso di alcool con annessi stati di ubriachezza molesta e mancanza di dispositivi medici di protezione si ripristina immediatamente; poiché gli autori di tali comportamenti si sono semplicemente spostati nelle vie limitrofe (come V.le XXIV Maggio).

Inoltre alcuni negozi etnici presenti nelle vie Podgora, Piave, Monfalcone spesso non rispettano le norme igienico-sanitarie di sicurezza sancite dai decreti governativi non limitando gli ingressi per gli acquisti e consentendo assembramenti davanti ai loro locali.

Dopo anni di incuria e indifferenza che hanno fatto incancrenire questa situazione ripristinare una forma di vita civile appariva ormai un'utopia, per questo motivo i residenti del quartiere Ferrovia chiedono alle autorità competenti di rinnovare l'ordinanza e di continuare i controlli magari coadiuvati da una maggiore presenza della Polizia di Stato e dei Carabinieri. Solo con tale fermezza si può restituire ai cittadini la vivibilità di un intero quartiere svilito, massacrato e terra di nessuno».

 

Direttivo Associazione "Amici del Viale"




lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento