Ultim'Ora

Calcio. Il Foggia vince a Potenza e ipoteca la salvezza


L'esultanza dei giocatori del Foggia (foto web) ndr

di Mario Schena

Foggia 7 febbr. - Il Foggia a Potenza vince per uno a zero con gol di Del Prete dopo soli otto minuti e mette in cascina tre punti di platino. Dopo Due partite interne con Casertana e Teramo e tre punti conquistati, i rossoneri sono tornati a giocare fuori casa nel vicino capoluogo lucano, sul sintetico del “Viviani” alla ricerca di ulteriori punti necessari soprattutto per la salvezza e in seconda battuta per consolidare la posizione play off. Di fronte i rossoblù allenati per la prima volta in questa stagione da Fabio Gallo che ha rilevato Eziolino Capuano esonerato dopo la sconfitta con la Casertana. Molte le novità in casa rossoblù con le cessioni di Iuliano, Viteritti, Compagnon, Cianci, Boldor e Romei e l’arrivo di Bucolo, Gigli, Sepe, Cavaliere, Romero, Bruzzo e soprattutto dell’attaccante Fabio Mazzeo, ex bomber rossonero Diciassette punti in classifica imponevano la vittoria ai lucani per risalire la classifica ed abbandonare il quartultimo posto. Nel Foggia convocato il neo-acquisto Nivokazi, recuperato Del Prete, mentre erano assenti gli infortunati Di Stasio, Rocca, Aramini e Curcio. Marchionni ha schierato la quadra con Fumagalli, tra i pali, difesa composta da Gavazzi, Anelli e Del Prete, centrocampo formato da Salvi, Kalombo, Vitale, Garofalo, Di Jenno, punte Dell’Agnello e D’Andrea. Ha diretto Daniele Perenzoni della sezione A.I.A. di Rovereto coadiuvato da Andrea Micaroni di Chieti e Davide Meocci di Siena; quarto ufficiale di gara, Ermanno Feliciani di Teramo.

Primo tempo – Si gioca sul sintetico reso tra l’altro viscido dalla pioggerellina che cade sul capoluogo lucano. Il Potenza cerca subito di prendere possesso del centrocampo, ma il Foggia dimostra di essere qualitativamente e tecnicamente superiore ai rossoblù e tiene il possesso del pallone. Al settimo Kalombo impensierisce Marcone con una conclusione quasi dalla linea di fondo costringendo l’estremo difensore del Potenza alla deviazione in angolo. Sugli sviluppi del calcio dalla bandierina Del Prete trova la zampata vincente mettendo in rete. Il Potenza accusa il colpo e non sembra in grado di reagire in maniera tale da creare occasioni da rete. Anzi è il Foggia ad andare vicino al raddoppio con Vitale che manca di un soffio la deviazione di testa a due passi dalla linea si porta su bel cross dalla sinistra di Di Jenno. Ultima emozione della prima parte della gara la conclusione di Ricci da un metro dentro l’area di rigore che costringe Fumagalli alla deviazione in tuffo in angolo. Non acca
de più nulla di particolarmente rilevante. Il Foggia controlla bene il Potenza e dopo un minuto di recupero tutti negli spogliatoi per l’intervallo.

Secondo tempo – Potenza all’attacco e Foggia che controlla. Questo il copione della ripresa fino al ventunesimo non accade nella, ma all’improvviso il Foggia ha una fiammata, D’Andrea in area vicinissimo alla porta si fa deviare la conclusione rasoterra da Marcone che devia in angolo. Avesse alzato la sfera probabilmente il pallone sarebbe entrato in rete. Te minuti dopo Volpe si divora il pareggio mettendo tutto solo, davanti a Fumagalli, colpendo di piatto, sul fondo. Entra il gigante Romero che al ventiseiesimo sfiora il gol in due occasioni. Prima di piedi, con Gavazzi che salva di testa, e successivamente di testa sfiorando la traversa. Resta in dieci la squadra di casa per l’espulsione di Sepe. Sei i minuti di extra time durante i quali Fumagalli è bravo a fermare le pericolose conclusioni di Coccia e di Sandri. Triplice fischio e tutti a bere un tè caldo. Ribadiamo, punti di platino per il Foggia prima di una serie di incontri durissimi. Si comincia sabato alle 12.30 contro il Catanzaro allo Zaccheria, poi fuori con l’Avellino e a seguire Ternana in casa e Bari al san Nicola. Ma l’importante è che dopo questa vittoria, si può quasi certificare la salvezza.

lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento