Ultim'Ora

Tv. Bagnardi è il Professore ne "La casa di carta", Made in Puglia

La locandina della fiction (foto com.) ndr.

di Redazione

BARI, 8 FEB. - Dopo il successo del libro "Signor Blu" e degli sketch comici "I Comisastri" torna Piero Bagnardi, mercoledi 10 febbraio inizia la pubblicazione della sitcom "La casa di cartone", una vera e propria parodia completamente “made in Puglia” del popolarissimo programma "La casa di carta", in onda su Netflix da diversi anni, suddivisa in quattro spassosi episodi. Tutto nasce da un'idea di Bagnardi, dopo aver visionato la serie originale. Dichiara Bagnardi: “Guardavo la serie e nella mia mente si è accesa sin da subito una lampadina. Mi è maturato il desiderio di crearne una parodia e ne ho parlato con il regista Giovanni Fazio che ne ha prontamente condiviso il mio progetto. La caratteristica della serie che ha fatto scoccare la scintilla è stata l’utilizzo dei nomi delle grandi capitali internazionali Mosca, Berlino, Tokyo per denominare i personaggi. Nella mia parodia i nomi sono invece quelli di cittadine pugliesi come Bitonto, Cerignola, Bari, Putignano, beh questa cosa mi faceva sorridere e mi sono reso conto che era lo stesso anche per gli altri e non solo per me. - ha dichiarato Bagnardi.” Anche nella versione pugliese la trama racconta di una rapina; una rapina davvero stravagante ai danni di una ditta di luminarie di feste patronali, escogitata dal bizzarro professore (interpretato da Piero Bagnardi). Questa nuova sitcom segna anche il ritorno al fianco di Bagnardi del giovane regista Giovanni Fazio, che ha curato anche la direzione della fotografia. Il cast oltre allo stesso Bagnardi, è composto dalle storiche spalle Francesco Susca (Cerignola) e Giuseppe Cocchiara (Bitonto), novità assoluta di questa produzione è la presenza di tantissimi volti nuovi, tutti giovanissimi nei ruoli dei rapinatori che sono: Arianna D'Ambrosio (Ostuni), Salvatore Ramaglia (Bari), Filippo Colavito (Poggiofranco), Thomas Di Benedetto (Lecce), Giovanni Savino (Putignano), Alberto Di Benedetto (Taranto). Nei ruoli dei poliziotti Thomas Di Lauro e Alessia Tangorra, imbranati sulla ricerca del professore. Voce narrante della storia lo speaker Mauro Dalsogno direttamente da Radionorba. L’ideatore de “La Casa di cartone” ha rivelato che la serie sarà composta da quattro episodi che ovviamente avranno una trama tutta da scoprire. “Le riprese sono state effettuate in estate, nel pieno rispetto delle norme anticovid. Gran parte delle riprese sono state svolte nella provincia di Bari, molte scene tra Capurso e Triggiano. Doveroso ringraziamento per le riprese a Triggiano al sindaco Antonio Donatelli e al consigliere Verio Triggiani, e per le riprese a Capurso il consigliere Francesco Veronico. Appuntamento ogni mercoledi alle 20:00 sulla pagina facebook de ''La casa di cartone''.– ha concluso Bagnardi”.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento