Ultim'Ora

Canosa Di Puglia (Bat):  i carabinieri arrestano una persona per detenzione ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.  [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Arresti per droga a Canosa. (foto cc.) Ndr.

di Redazione

BARI, 30 APR. (COMUNICATO STAMPA) - Un altro colpo assestato dai Carabinieri di Canosa allo spaccio di stupefacenti dopo l’arresto di pochi giorni fa del Nucleo Operativo della Compagnia di Andria nel centro dauno. Nella tarda serata di martedi 27 aprile, una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Canosa di Puglia ha notato un giovane che si muoveva con fare sospetto. Per questo i militari hanno deciso di attenzionarlo. Dopo alcuni minuti di osservazione il giovane però si è accorto della presenza dei Carabinieri e si è dato improvvisamente a repentina fuga seguito di corsa a piedi dai militari. Durante la fuga il giovane ha lanciato, tentando di disfarsene, un borsello prontamente raccolto dai suoi inseguitori. Raggiunto di lì a poco, il giovane ha opposto una violenta resistenza con calci e pugni ma alla fine è stato bloccato e portato in caserma. Lì i militari hanno verificato il contenuto della borsa trovando 6 grammi di hashish suddiviso in dosi e denaro contante certamente provento di spaccio. Contattato il Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Trani il ragazzo, M.A. canosino classe 2003, è stato tratto in arresto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e contestualmente sottoposto agli arresti domiciliari. Da pochi giorni si è insediato alla Stazione Carabinieri di Canosa anche il nuovo comandante, il Luogotenente Doronzo Pasquale, un maresciallo di navigata esperienza che certamente porterà i suoi frutti in termini di attività operativa e presenza sul territorio da aggiungersi alla nuova e già costante attenzione che la Compagnia di Andria, che ha acquisito Canosa da novembre con l’istituzione del Gruppo Carabinieri di Trani, sta ponendo sulle criticità del territorio.

SANTERAMO IN COLLE (BA): CUSTODIVANO DROGA IN CASA, NEI GUAI PADRE E FIGLIO

I Carabinieri di Santeramo in Colle, nell’ambito dei servizi predisposti per la prevenzione dello spaccio di stupefacenti hanno arrestato un 48enne del luogo e denunciato in stato di libertà suo figlio 25enne. Nel corso di alcuni specifici servizi di osservazione, i militari hanno potuto notare un’autovettura sospetta ed hanno deciso di procedere al controllo del conducente, procedendo a una perquisizione personale, che consentiva di rinvenire nella disponibilità del 48enne due dosi di cocaina. La perquisizione estesa presso l’abitazione permetteva poi di trovare, in un locale annesso, altra sostanza dello stesso tipo del peso complessivo di 24 grammi, materiale per il confezionamento e 105 euro ritenuti provento dell’attività di spaccio mentre, nella camera da letto del figlio, in un barattolo di vetro e nel cassetto di un mobile dell’annessa veranda, altra sostanza stupefacente del tipo marijuana per un peso complessivo di ulteriori 24 grammi, confezionata in sacchetti di cellophane. All’esito delle operazioni, il genitore è stato dichiarato in stato di arresto e posto agli arresti domiciliari, mentre il figlio denunciato in stato di libertà, con l’accusa,  per entrambi, di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. La sostanza, il materiale rinvenuto ed i contanti sono stati sottoposti a sequestro.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento