Ultim'Ora

Sannicandro di Bari e Bisceglie (Bat). La Polizia di Stato sequestra un ingente quantitativo di droga ed arresta 2 pregiudicati

LA droga sequestrata. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 14 APR. (COMUNICATO STAMPA) - Nell’ambito dei mirati servizi predisposti dal Questore di Bari, dr. Giuseppe Bisogno, per il contrasto al commercio illegale di stupefacenti nell’area Metropolitana di Bari, nei giorni scorsi i poliziotti della Squadra Mobile – Sezione Criminalità Organizzata, con l’ausilio di Unità Cinofile Antidroga ed Antiesplosivo della Polizia di Stato, hanno rinvenuto e sequestrato, in un terreno incolto in agro di Sannicandro di Bari, oltre 6.5 chilogrammi di cocaina, circa 4 chilogrammi di hashish confezionata in panetti, alcune dosi di marijuana e materiale utile al confezionamento di sostanze stupefacenti. Rinvenute e sequestrate anche numerose munizioni calibro 7,62x39. Gli agenti, dopo aver registrato un insolito andirivieni di veicoli nei pressi di un fondo agricolo in evidente stato di abbandono, nell’immediata periferia di Sannicandro di Bari, hanno messo in atto un mirato servizio di controllo dell’area interessata; i cani antidroga e antiesplosivi, “Faro” e “Sally”, si sono soffermati in un punto preciso del muretto a secco perimetrale, segnalando la presenza di materiale illecito. Il successivo controllo nel punto indicato ha consentito di rinvenire, in un contenitore in plastica artatamente incassato in un muretto a secco, l’ingente quantitativo di sostanze stupefacenti, una macchina sigillante per sottovuoti, numerose bustine da utilizzare per confezionare la droga, una bilancia di precisione ed altro materiale utile al confezionamento di dosi di sostanze stupefacenti. Rinvenute e sequestrate anche trenta cartucce inesplose, calibro 7,62x39. Il sequestro è stato è stato operato a carico di ignoti. Sono in corso approfonditi accertamenti per comprendere se il materiale sequestrato è riconducibile ad uno dei clan operanti nel capoluogo pugliese. 

Nell’ambito degli specifici servizi di controllo del territorio predisposti dal Questore di Bari per il contrasto alla criminalità, inoltre, i poliziotti della Squadra Mobile – Sezione Antidroga - e del Commissariato di P.S. di Corato, nel tardo pomeriggio di lunedì 12 aprile, hanno tratto in arresto Alessandro PINTO, di anni 40, e Damiano UVA, di anni 21, entrambi gravati da precedenti di polizia e penali, sorpresi mentre a bordo di un’autovettura “Mercedes”, armati, si aggiravano per le vie della città di Bisceglie. Fermati per un controllo, hanno cercato inutilmente di disfarsi di una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, passandola di mano tra loro e cercando di occultarla sotto il sedile lato passeggero. Il maldestro tentativo di nascondere l’arma non è sfuggito alle attenzioni degli operatori di polizia che, nel corso della perquisizione del veicolo, hanno altresì rinvenuto e sequestrato uno scalda collo, un capellino e dei guanti; su tutto il materiale sequestrato sono in corso approfondimenti investigativi per accertare se sia stato utilizzato in episodi delittuosi. I due arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Trani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento