Ultim'Ora

Bari. Da Cerignola a Triggiano per rubare le autovetture. Colti in flagranza e arrestati dai carabinieri due soggetti [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Due arresti dei cc. a Triggiano. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 13 MAG. (COMUNICATO STAMPA) - I militari della Stazione Carabinieri di Bari Picone, nel corso di articolati servizi volti a contrastare il fenomeno dei furti di autovettura perpetrati nel quartiere di Bari Poggiofranco e nelle zone limitrofe, hanno tratto in arresto due soggetti provenienti da Cerignola ed “attivi” in tutto il comune di Bari e nel nord barese. I militari, dopo un prolungato servizio di osservazione e pedinamento, sono riusciti ad acciuffare due giovani cerignolani che, dopo aver individuato l’autovettura di loro interesse tra quelle parcheggiate su una via centrale del quartiere, riuscivano, in una manciata di secondi, ad aprirla e a metterla in moto dopo aver disinserito blocca sterzo e antifurto. Solo il repentino intervento dei militari impediva che venisse consumato l’ennesimo furto di auto, piaga che flagella l’intera zona. Uno dei due giovani veniva bloccato nell’immediatezza, mentre il complice, che inizialmente tentava di fuggire a piedi nelle vie limitrofe, veniva preso dopo un breve inseguimento. Addosso ai due, i Carabinieri hanno rinvenuto, tra l’altro, anche due paia di occhiali da sole asportati poco prima dall’interno del veicolo che stavano tentando di rubare. Sono in corso accertamenti in ordine alla responsabilità dei predetti in ordine ad altri furti di auto perpetrati nella zona di Picone/Poggiofranco nell’ultimo periodo. 

GRUMO APPULA (BA). CARABINIERI SCOPRONO UN GRUPPO DI SOGGETTI INTENTI A GIOCARE A CARTE, SANZIONATI PER VIOLAZIONE DELLE NORME ANTI-COVID 

Continua il lavoro dei Carabinieri della Compagnia di Modugno che ancora una volta sono stati chiamati a far rispettare l’attuale normativa anti-covid. Questa volta, nel week end scorso, ad intervenire in Grumo Appula sono stati i Carabinieri della Stazione di Toritto, ma ad essere sanzionati non sono gli appartenenti ad un circolo privato, bensì dei cittadini del luogo, che avevano ben pensato di riunirsi in un’abitazione ove, in barba a tutte le prescrizioni sanitarie, e mettendo in pericolo la loro salute e quella di coloro con cui convivono, avevano pensato bene di organizzare una bella partita a carte con tanto di birra per ingannare il tempo, ovviamente senza indossare mascherina o rispettare le dovute distanze. La loro iniziativa non è però passata inosservata ai militari che transitando sotto quell’abitazione avevano udito troppe voci dal tono alto accavallarsi. Insospettiti, ed avendo intuito che probabilmente ci si trovava davanti ad una festa, con diversi partecipanti, hanno approfondito l’accertamento. Una volta entrati nell’abitazione si sono trovati davanti ben 7 persone intente a giocare a carte e bere birra. I soggetti dopo essere stati identificati sono stati tutti sanzionati per la violazione delle normative in vigore per limitare il diffondersi della pandemia da covid-19 e sono stati invitati a fare rientro presso le loro abitazioni.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento