Ultim'Ora

Bitetto (Ba). In fila alla farmacia in attesa del suo turno, borseggia una cliente. Denunciato dai Carabinieri un 43enne del luogo [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Una denuncia per borseggio a Bari. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 12 MAG. (COMUNICATO STAMPA) - Nella mattinata di ieri i Carabinieri della Stazione di Bitetto hanno ricevuto una richiesta d’aiuto da parte di una sessantenne georgiana, da anni residente nel comune, che riferiva di essere rimasta vittima di un borseggio mentre si trovava all’interno di una farmacia di quel centro. I militari della locale Stazione dell’Arma non hanno perso tempo, si sono subito messi sulle tracce dell’autore del furto. La visualizzazione delle immagini e dei filmati registrati dall’impianto di videosorveglianza sia della farmacia sia delle attività commerciali limitrofe ha permesso di identificare il reo in un 43enne del luogo con diversi precedenti penali alle spalle, già noto agli operanti. Le immediate ricerche del soggetto hanno portato alla sua immediata individuazione, mentre si aggirava ancora per le vie del centro storico. Una volta fermato è stato sottoposto a perquisizione ed è stato trovato con ancora addosso la refurtiva, pari a 140 euro, che prontamente recuperata è stata restituita alla vittima, la cui disavventura si è conclusa in poco meno di tre ore. L’uomo è stato denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria e dovrà rispondere del reato di furto aggravato. 

BARLETTA: ARRESTATO DAI CARABINIERI L’AUTORE DELL’OMICIDIO DI ANTONIO PALMITESSA, UCCISO IL 20 APRILE SCORSO A MARGHERITA DI SAVOIA

Nella nottata del 12 maggio, i Carabinieri del Gruppo di Trani, coadiuvati anche da personale del ROS, arrestavano Francesco VALENTINO, classe ’70, pregiudicato di Margherita di Savoia, detto “Franco salatidd”, dando esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, poiché gravemente indiziato dell’omicidio di Antonio PALMITESSA, ucciso nel tardo pomeriggio del 20 aprile scorso, in piazza Libertà a Margherita di Savoia, con due colpi di pistola cal. 6.35, sparati a bruciapelo. Il VALENTINO – resosi immediatamente irreperibile – veniva catturato a Barletta, all’interno di un appartamento sito in un palazzo del quartiere “Barberini”, al termine di un’attività di ricerca particolarmente difficoltosa e complessa, incessantemente proseguita a partire dal giorno dell’omicidio. La misura cautelare dà atto del solido quadro indiziario raccolto grazie alle laboriose indagini svolte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Trani, della Sezione Operativa della Compagnia di Barletta e della Stazione di Margherita di Savoia, che hanno consentito di ricostruire la dinamica degli eventi e l’identificazione del VALENTINO quale autore materiale dell’efferata azione omicidiaria. Restano ancora da chiarire il movente del delitto e le eventuali responsabilità di chiunque possa aver aiutato l’indagato a sottrarsi all’esecuzione del provvedimento tempestivamente adottato dall’Autorità Giudiziaria. 

RINVENIMENTO FURGONE TRANI 

In contrada Puro, strada Trani-Andria, un cittadino ha segnalato al 112 di aver rinvenuto un furgone bianco con all’interno del materiale sportivo e due sedie per disabili. Si tratta del mezzo asportato nella scorsa notte in Trani. Il furgone risulta essere danneggiato nella parte relativa al blocco di accensione. Sembra non manchi nulla. I Carabinieri di Trani hanno contattato il titolare della società sportiva per la restituzione.




lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento