Ultim'Ora

Molfetta (Ba). Rubano autovettura e si danno alla fuga. Intercettati e arrestati dai carabinieri

Arrestati ladri d'auto.dai CC. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 22 MAG. (COMUNICATO STAMPA)- I militari della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Molfetta hanno tratto in arresto due soggetti cerignolani per i reati di furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale. Quotidiano e incessante è il lavoro della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Molfetta al contrasto del fenomeno del furto delle auto, sul comune si Molfetta e territori limitrofi. Il fenomeno è all’attenzione dell’Arma da diversi mesi, anche per la crescente spregiudicatezza dei malviventi, che sempre più spesso ingaggiano con i militari inseguimenti ,non esitando a speronamenti ed altre manovre assolutamente pericolose per i militari operanti ma soprattutto per ignari autisti e autisti e passanti. Tuttavia la professionalità dei carabinieri della Sezione Radiomobile di Molfetta, supportati successivamente da quelli della Stazione Carabinieri locale, ha portato all’arresto di due soggetti cerignolani, entrambi pregiudicati, colti in flagranza di reato nel furto di una utilitaria. Nella circostanza, una pattuglia dell’Arma intercettava l’autovettura appena rubata, seguita da un’altra utilizzata dai malviventi proprio per commettere furti su tutto il territorio del comune. Ne nasceva un inseguimento che terminava su una piazzola di sosta della 16Bis, ove impossibilitato a proseguire la corsa, uno dei rei a bordo dell’autovettura rubata, abbandonava l’auto per tentare di salire a bordo del mezzo condotto dai due complici per darsi alla fuga. Il repentino sopraggiungere dei militari, infatti, consentiva ai militari di bloccare l’auto dei due complici, mentre il terzo soggetto scappava a piedi facendo perdere le proprie tracce. Identificati, i due cerignolani con precedenti specifici di 26 e 30 anni, sono stati condotti in caserma e dichiarati in arresto per furto e resistenza, e successivamente condotti presso la casa circondariale di Trani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’auto rubata è stata restituita all’avente diritto, mentre l’ autovettura utilizzata dai rei è stata sottoposta a sequestro.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento