Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

BMW 320d, la nostra prova

di Redazione

BARI, 20 Dic. (AUTOMOBILISMO) - Non è un restyling. La Serie 3 si è rinnovata completamente, ma senza perdere il suo Dna da berlina sportiva, pensata per chi vuole viaggiare, ma soprattutto guidare davvero. Non ha cambiato l’anima, insomma: solo, si fa per dire, la pelle. Tanto più che, come spesso accade oggi, la 3 di sesta generazione è più grande del modello che va a sostituire. Soprattutto è più lunga, di 9,3 cm, tutti a vantaggio dell’abitabilità posteriore, che non è ancora da primato ma almeno ora offre ai relativi passeggeri più spazio per le gambe. La linea della sesta generazione non è certo una rivoluzione ma il cambiamento balza subito agli occhi perché lo stile ha preso ispirazione dalla Serie 5 per orientarsi verso un look ancor più dinamico e sportivo, con un frontale accattivante fin dal primo sguardo. Dalla 5, e dai modelli Bmw di generazione più recente, la 3 attinge a piene mani l’elettronica, a cominciare dalla possibilità di regolare l’assetto su quattro differenti modalità che permettono di scegliere fra una guida più votata al confort e al contenimento dei consumi e una invece, la Sport+, che ritarda l’intervento del controllo di stabilità a beneficio di un comportamento dinamico quasi da pista e notevolmente appagante. E d’altra parte il vero asso nella manica della 3, anche con questa nuova generazione, rimane l’eccellente rapporto tra confort e piacere di guida, validamente assecondato da un autotelaio che rende la guida precisa su ogni tipo di percorso e che fa della Serie 3 un punto di riferimento per quanto riguarda l’agilità sui tracciati misti e la capacità di soddisfare chi ama disegnare le traiettorie ed eventualmente sostenere il ritmo. Fra i motori, tante conferme arrivano dal td più potente della gamma, il 2,0 litri da 184 Cv per l’occasione accoppiato al nuovo cambio automatico sportivo Steptronic a 8 rapporti, in dotazione al modello in prova e disponibile a richiesta con un sovrapprezzo di 2.500 euro, cifra che peraltro ripaga pienamente la spesa perchè l’8 marce Steptronic eccelle sia come dolcezza di funzionamento sia come capacità di adattarsi rapidamente allo stile di guida.



Nessun commento