Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Attualità. Foggia, proroga di una settimana per l'autocertificazione caldaie

Prorogata a Foggia l'autocertificazione per le caldaie
di Nico Baratta
FOGGIA, 23 OTT. - C'è tempo fino a sabato prossimo, 31 ottobre, per aderire alla campagna di autocertificazione, promossa dal Comune di Foggia, in collaborazione con la società "AM Service srl” e beneficiare, così, di un costo ridotto del prezzo del bollino energetico, ovvero 15 euro per il biennale e 30 euro per il quadriennale, oltre alla spesa prevista per la manutenzione ordinaria della caldaia. In questo modo verrà assicurata una migliore efficienza degli impianti termici, un maggiore livello di sicurezza, oltre a garantire a tutti i fruitori un notevole risparmio. Per effettuare l'autocertificazione occorre rivolgersi ad una impresa o a dei tecnici abilitati iscritti nell'Elenco dei Manutentori aderenti al Protocollo d'Intesa.
«I foggiani – ricorda AM Service - potranno trovare l'apposito elenco dei tecnici accreditati a distribuire il bollino sia rivolgendosi direttamente allo sportello attivo nella sede della società AM Service in Viale Manfredi o consultarlo direttamente sul sito www.amservicefoggia.it. Al termine delle operazioni di manutenzione i tecnici di AM Service dovranno rilasciare all'utente copia del Rapporto di Controllo di Efficienza Energetica; apporre sul rapporto di controllo di efficienza energetica il bollino energetico (blu per il biennio 2014-15; verde per il quadriennio 2014-17); aggiornare il nuovo libretto d'impianto. In caso contrario tutti coloro i quali non si auto certificheranno entro la data di scadenza saranno sottoposti, previa comunicazione, a visita ispettiva domiciliare a cura del personale di AM Service con addebito secondo le tariffe stabilite dal Comune di Foggia strettamente connesse alla potenza dell'impianto stesso». Per le operazioni di manutenzione ordinaria, il Comune ha sottoscritto con le Associazioni degli Installatori e con le Associazioni dei Consumatori un protocollo d'intesa, a tutela dei cittadini, che prevede un costo di intervento non superiore a 90 euro.







Nessun commento