Birra Morena - Birra Winner

Ultim'Ora

Sport. In Lega Pro si fa onore la pattuglia delle squadre pugliesi

La curva della Fidelis Andria
Mario Schena
BARI, 7 DIC. - Lecce e Foggia sugli scudi e a braccetto al secondo posto. Il Lecce ha battuto seccamente il Messina allontanando così una diretta concorrente al salto di categoria e facendo indirettamente un favore al Foggia. I salentini da otto gare, da quando in panchina siede Piero Braglia, hanno ottenuto ben sei vittorie un pari ed una sola sconfitta. Un ruolino impressionante che ha permesso ai giallorossi di riaccendere le speranze promozione. Domenica prossima il Lecce sarà ospite della Paganese che viaggia per ora tranquilla a metà classifica. Trasferta insidiosa, ma non proibitiva. Ad Agrigento si è rivisto il Foggia versione “brutto anatroccolo”. Di buono c’è stata la vittoria, ma la prestazione è stata deludente e la squadra di De Zerbi ha avuto dalla sua parte anche una buona dose di fortuna. Allo Zaccheria domenica, alle 17.30,si giocherà la partita di cartello della quindicesima giornata, ospite dei rossoneri il Cosenza quarto in classifica ad una sola lunghezza dai “Satanelli”. Occasione da non perdere dal Foggia per allontanare i calabresi, concorrenti scomodi per la lotta promozione. Rammarico per la Fidelis Andria per il pareggio ottenuto a Catanzaro. Poteva essere vittoria ed invece i biancazzurri si sono dovuti accontentare di un pareggio che tutto sommato ci può stare e che lascia i biancazzurri in zone tranquille della classifica. Prossimo avversario al “Degli Ulivi”, alle 15 di sabato prossimo, la capolista Casertana. Sulla carta partita difficilissima, ma la Fidelis è avversario difficile da battere soprattutto tra le mura amiche ed avrà dalla sua anche il tifo di Foggia e Lecce che sperano in un successo dei biancazzurri per accorciare il distacco dai campani. Il Monopoli ha gettato il cuore oltre l’ostacolo in casa della Casertana, prima in classifica, ed è riuscito anche ad andare in gol al novantesimo, segno che la compagine biancoverde, come dimostrato anche nel vittorioso derby di Foggia, non molla mai fino alla fine, peccato per i due gol subiti nel primo tempo che sono costati la sconfitta. Perdere con i primi della classe fuori casa ci può stare ed il Monopoli cercherà il pronto riscatto contro il Catanzaro, in casa, per rimpinguare la classifica e scavalcare i calabresi che hanno un solo punto in più. La bella vittoria con un perentorio 3-0 contro la Lupa Castelli Romani ha dato ossigeno alla classifica del Martina Franca. La posizione in classifica resta comunque difficile. Undici punti e penultimo posto a quattro lunghezze dalla zona salvezza. Sarà difficile domenica prossima fare risultato contro il Benevento, quinto in classifica, ma a sole due lunghezze da Foggia e Lecce. Occasione da non fallire per i “Sanniti”, ma dalla parte del Martina c’è la tranquillità del non avere nulla da perdere, non è a Benevento che i biancazzurri devono cercare punti salvezza ad ogni costo, e questo a volte diventa un’arma letale.







Nessun commento