Ultim'Ora

Cronaca. San Marco in Lamis, due pregiudicati evadono e poi rapinano. I Carabinieri li arrestano

Le armi sequestrate (foto CC) ndr.
di Redazione

SAN MARCO IN LAMIS (FG), 19 FEB. (Com. St.) - I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Rotondo hanno tratto in arresto Gravina Giuseppe, trentatreenne di San Marco in Lamis, soggetto vicino al gruppo criminale “Romito” di Manfredonia, resosi responsabile di evasione dagli arresti domiciliari. Lo stesso, lo scorso 18 agosto, fu tratto in arresto da militari della Compagnia di San Giovanni Rotondo per detenzione illegale di armi da sparo, nonché’ di ricettazione, in quanto in quella data, a seguito di perquisizione domiciliare presso la sua abitazione e presso la masseria di sua proprietà condotta con ausilio di personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori Sardegna, furono rinvenuti una pistola a tamburo cal. 38 special, marca “Smith e Wesson” con matricola abrasa, un fucile a canne mozze cal. 12 marca Beretta, alterato in modo da poter essere utilizzato come una pistola ed un caricatore per pistola semiautomatica cal. 7,65, privo di munizionamento, nonché un visore notturno a raggi infrarossi.
Gravina, che è stato sorpreso a bordo di un’autovettura nel centro abitato di San Marco in Lamis, al termine delle operazioni di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Foggia.

I militari della Stazione Carabinieri di San Marco in Lamis hanno invece tratto in arresto Potenza Antonio, trentaduenne, ivi residente, nullafacente, il quale si trovava già sottoposto al regime di detenzione domiciliare perché tratto in arresto in flagranza di reato lo scorso 24 settembre per il reato di furto aggravato, essendo stato sorpreso in quell’occasione mentre usciva dalla finestra di un’abitazione, dalla quale aveva asportato alcuni oggetti di argenteria, nonché perché trovato in possesso di circa 100 grami di sostanza stupefacente del tipo marijuana.
Potenza è stato arrestato poiché colpito da “ordine di esecuzione per la carcerazione” della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Foggia in quanto è stato condannato ad espiare la pena di 2 anni di reclusione, per il reato di rapina. Lo stesso, infatti, in data 16.12.2011 aveva commesso una rapina in danno di un cittadino di San Marco in Lamis, riuscendo ad ottenere con l’utilizzo della violenza una somma di denaro dal malcapitato.
L’arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Foggia.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento