Ultim'Ora

Bitonto (Ba). La Polizia arresta pregiudicato 30enne responsabile del reato di furto [CRONACA DELLA P.S. ALL'INTERNO]

A Bitonto la Polizia arresta pregiudicato 30enne (foto P.S.)

di Redazione

BARI, 4 MAG. (Comunicato St.) - Nella giornata di ieri, a Bitonto, la Polizia di Stato ha tratto in arresto, in esecuzione di un mandato di Arresto Europeo emesso da Autorità Austriache, Gognadze Dimitri, pregiudicato di 30 anni, ritenuto responsabile del reato di furto. Nell’ambito degli ordinari servizi di controllo del territorio e di monitoraggio delle persone sottoposte a misure restrittive, i poliziotti del locale Commissariato di P.S. hanno effettuato un controllo presso l’abitazione del 30enne, già sottoposto alla misura della detenzione domiciliare poiché, lo scorso mese di dicembre, fu tratto in arresto in flagranza di reato per furto e possesso di arnesi atti allo scasso; l’uomo, utilizzando chiavi adulterine e attrezzi atti allo scasso, si stava furtivamente introducendo all’interno di un’abitazione ubicata in centro città. Dagli accertamenti effettuati, il 30enne è risultato destinatario del mandato d’arresto europeo e, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Bari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

- La Polizia di Stato, ad Andria, ha tratto in arresto un uomo di 29anni, incensurato, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’ambito degli specifici servizi tesi a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, i poliziotti del locale Commissariato di P.S. hanno notato l’uomo mentre cedeva un involucro di colore bianco ad un ragazzo, ricevendo in cambio delle banconote. L’uomo, accortosi della presenza degli agenti, ha tentato di dileguarsi frettolosamente ma, dopo un breve inseguimento, è stato fermato e tratto in arresto. Sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 26 involucri di cocaina, due telefoni cellulari e della somma di euro 172.60, ritenuta provento dell’attività di spaccio. Il 29enne, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento