Ultim'Ora

Taranto. Produzione e consumo responsabile: proposte concrete

Una immagine dell'evento. (foto D.Lo Cascio) ndr.
Presentato il Position Paper sull’Obiettivo 12 

di Daniele Lo Cascio 

TARANTo, 30 MAG. - Il Gruppo di Lavoro del Goal 12 ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), ha presentato ieri presso la camera di Commercio di Taranto il Position Paper. che intende essere una guida, in continuo aggiornamento per enti finanziari, imprese, organizzazioni e cittadini, per declinare gli indicatori target volti al raggiungimento dei modelli di produzione e consumo responsabile. Tra le imprese e gli enti finanziari coinvolti nel quadro italiano di sostenibilità Carlsberg Italia, Coop Italia, Federcasse -BCC, Banca Etica, che hanno gestito e dibattuto i temi del Position Paper nelle tre tavole rotonde. In particolare Coop Alleanza 3.0, cooperativa che conta oltre 8 milioni di soci ha aderito al Festival dello Sviluppo Sostenibile con un Cash Mob Etico in 12 punti vendita in tutta Italia coinvolgendo 30 volontari e 800 questionari anonimi. 
I risultati sono stati incoraggianti, ha sottolineato Giovanni Pagano nella terza tavola rotonda dedicata al consumo sostenibile, dal momento che nello stesso giorno si è avuto un incremento delle vendite di filiera del +15%, il che vuol dire che i consumatori quando sono informati scelgono un prodotto di filiera etico-sostenibile, inoltre il 60% degli intervistati ha affermato di voler spendere in 10-15% in più per prodotti di filiere etico sostenibili. Nel corso della tavola rotonda Pagano ha poi affermato: Questa manifestazione mette insieme i soggetti che hanno scelto di far parte di questa Alleanza per lo sviluppo sostenibile noi come Coop Alleanza ma non solo ma come sistema delle cooperative siamo presenti all'interno dell'Alleanza con a NCC che è l'associazione che rappresenta le cooperative dei consumatori in questa giornata. 
Qui a Taranto ogi si sviluppa il goal che ci riguarda più da vicino, quello del consumo e della produzione responsabile anche se in realtà molti goal sono interscambiabili anche quando parliamo di benessere della fauna, di rispetto e contrasto alle povertà, ci sono tanti temi che sono affini alla vocazione sociale della Cooperativa ma in particolare su quello di oggi noi portiamo un contributo raccontando alcune peculiarità delle nostre scelte assortimentali: il prodotto a marchio Coop anzitutto con le sue caratteristiche peculiari di eticità per tutti i controlli che vengono fatti lungo la filiera di sicurezza di sostenibilità, relativamente agli aspetti ambientali e il principale strumento che noi mettiamo a disposizione i nostri soci per un consumo responsabile di una produzione che, a monte è resa responsabile dall'azione della Cooperativa sui suoi fornitori. 
L'altro pezzo è quello che riguarda le filiere dell'ortofrutta sulle quali a prescindere che si tratti di fornitori a marchio Coop o meno viene stilato un codice etico e vengono sottoposti a dei controlli molto rigidi affinché venga garantito che in campo non vi sia nessuna forma di caporalato ovvero di sfruttamento di lavoro minorile o di aggiramento di quelle che sono le norme essenziali del contratto nazionale di lavoro che regola quelli che devono essere i rapporti tra il produttore e il lavoratore.
Questa è una campagna molto complessa che sta riguardando già 11 filiere delicate critiche anche nel sud Italia e in Puglia in particolare l'attenzione e quella sul pomodoro dedicato alla trasformazione e in tal senso già tante azioni sono state positive perché soprattutto su aspetti legati alla sicurezza dei lavoratori nei campi: abbiamo costretto i fornitori a correggere taluni aspetti per poter restare all'interno degli assortimenti di Coop, quindi il socio e il consumatore che scelgono di consumare ortofrutta non solo marchio Coop ma che acquistano alla Coop hanno, a monte, questa tutela svolgendo così un'azione concreta per lo sviluppo sostenibile.

(foto D.Lo Cascio) ndr.




lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento