Ultim'Ora

Barletta (Bat). Operazione sicurezza dei Carabinieri: 4 arresti

4 arresti dei cc. a Barletta. (foto cc.) ndr.
Droga, furti ed evasioni

di Nicola Losapio

BARLETTA (BT), 3 AGO. - Giornata intensa per i Carabinieri del Comando di Barletta che durante i servizi di controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in genere, hanno eseguito 4 arresti e una denuncia nei confronti di 5 persone. Il primo episodio si è verificato a Barletta, durante il pedinamento di un sorvegliato speciale, L.M., 38enne del luogo. I militari mentre tenevano sott’occhio il 38enne, decidono di fermarlo all’interno di un bar, ma l’uomo alla vista dei Carabinieri, si dirige repentinamente nel bagno dell’attività per disfarsi di qualcosa, ma bloccato e sottoposto ad un’attenta perquisizione, gli vengono rinvenute 2 dosi di droga del tipo cocaina, oltre a denaro provento dell’illecita attività di spaccio. Accompagnato in caserma, dopo le formalità di rito, è stato associato al Carcere di Trani. Il secondo episodio, ha riguardato D.L., 20enne di origini albanesi. L’uomo con atteggiamenti poco chiari è stato fermato per un controllo e sottoposto ad una perquisizione, dalla quale è stato possibile rinvenire, ben 13 dosi di droga del tipo cocaina occultate in un accendino e pronte per essere commercializzate. Il 20enne già noto alle forze dell’ordine per identici reati, è stato condotto nel Carcere di Trani. Il terzo intervento, è avvenuto in un centro commerciale “La Mongolfiera” per un furto commesso da una donna, C.A., 37enne, nella circostanza, la malvivente, si è rapidamente impossessata di una borsa di una cliente, che l’aveva deposta momentaneamente su un tavolo del bar per la consumazione, ma il rapido intervento dei Carabinieri e la visione delle immagini delle telecamere presenti nel centro, hanno palesato le responsabilità della 37enne rintracciata, bloccata e sottoposta agli arresti domiciliari. La quarta operazione, ha riguardato un pregiudicato. I.G. di 32 anni agli arresti domiciliari, l’uomo, al momento del controllo di routine dei militari, era assente e fuori dal proprio domicilio, una violazione che gli è costata il trasferimento in carcere. L’ultima operazione, ha portato alla luce un deposito di autoveicoli senza motore oggetto di furto per un valore complessivo di circa 80 mila euro, ovvero di 4 semirimorchi, tre risultati rubati a una ditta di trasporti di Matera, mentre il quarto, privato delle sue targhette identificative, è risultato appartenere ad una ditta di Dragoni nel casertano. Per tali motivi, il proprietario del deposito, un 65enne di Barletta già noto alle forze dell’ordine è stato deferito all’Autorità Giudiziaria e dovrà rispondere dell’accusa di ricettazione.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento