Ultim'Ora

Foggia, le recenti operazioni delle Forze dell'Ordine della Capitanata

Le auto delle FF.OO. (foto web) ndr.
di Redazione

FOGGIA, 01 AGO (Com. St.) - Di seguito le ultime notizie di cronaca delle operazioni della Polizia, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza Capitanata.

CERIGNOLA: POLIZIA DI STATO RINVIENE TRE AUTOVETTURE RUBATE E LE RESTITUSCE AI PROPRIETARI
L’arresto del ladro di auto da parte degli Agenti del Reparto Volanti della Questura di Foggia ed il contestuale recupero del mezzo rubato il 29 Luglio scorso, costituisce solo l’ennesimo intervento nell’ambito dell’attività di contrasto al fenomeno dei furti di auto da parte della Polizia di Stato su tutto il territorio provinciale.
Infatti, nella giornata del 30 luglio scorso, Agenti del Commissariato di P.S. di Cerignola, nello svolgimento dell’attività di controllo del territorio nelle zone periferiche della città hanno rinvenuto una Ford Focus denunciata rubata a Barletta.
Nella giornata del 28 luglio scorso gli stessi Agenti del succitato Commissariato riuscivano durante il servizio di pattugliamento nel centro cittadino, a rinvenire una Fiat 500 rossa denunciata rubata a Barletta.
Entrambi i proprietari sono stati immediatamente contattati per la restituzione delle autovettura rubate.
Il giorno 25 luglio u.s. durante un servizio di controllo del territorio gli Agenti del Commissariato di P.S.  rinvenivano nelle strade del centro cittadino, un’auto Peugeut 208 bianca.
Tramite gli accertamenti espletati con il sistema Mercurio, l’auto risultava denunciata a Cerignola, pertanto gli Agenti provvedevano prontamente a rintracciare il proprietario il quale si presentava presso gli Uffici per la consegna del veicolo.

FOGGIA: CARABINIERI ARRESTANO UN NIGERIANO PER RAPINA E RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE. RUBA CELLULARE E CHIEDE SOLDI PER RESTITUIRLO
I militari della Compagnia Carabinieri di Foggia hanno tratto in arresto EBON Lucky, 23enne nato in Nigeria, per il reato di rapina e resistenza a pubblico ufficiale.
Più specificamente, in Foggia, una pattuglia del Radiomobile  della locale Compagnia veniva allertata dalla Centrale Operativa a seguito di rissa in atto in Corso Matteotti. I militari giunti sul posto venivano attirati da un giovane, il quale riferiva che poco prima aveva subito il furto del suo cellulare a seguito di aggressione da parte di un cittadino extracomunitario, il quale, afferrando una bottiglia di vetro, aveva minacciato il giovane stesso  e la sua fidanzata con l’intento di avere in cambio del cellulare appena sottratto, la somma di 50 euro.
L’extracomunitario, di fronte al netto rifiuto del giovane di dargli dei soldi, scappava via di corsa.
I militari si mettevano alla ricerca del nigeriano, che veniva  localizzato mentre camminava a passo svelto. Gli operanti a questo punto gli sbarravano la strada  intimandogli di fermarsi ma l’extracomunitario cercava di guadagnarsi la fuga strattonandoli.
La pronta reazione degli operanti permetteva di bloccarlo e arrestarlo e di recuperare il cellulare che veniva subito restituito al legittimo proprietario.
L’arrestato veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Foggia.

GUARDIA DI FINANZA: CERIGNOLA, FERMATA ALLA GUIDA SENZA PATENTE CON HASHISH E MARIJUANA. SEQUESTRATA UNA PISTOLA PRESSO L’ABITAZIONE.
I militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Foggia, per tutto il mese dello scorso luglio, hanno posto in essere una mirata attività di polizia giudiziaria volta al contrasto dei traffici illeciti, ed in particolare alla repressione di quelli inerenti le sostanze stupefacenti e le armi, estesa a tutto il territorio dei comuni di Cerignola e di Margherita di Savoia.
L’operazione si inquadra nel contesto più generale di intensificazione delle attività di controllo economico del territorio, anche ai fini della sicurezza pubblica, disposta dal Comando Provinciale di Foggia, in aderenza alle direttive Ministeriali e alle decisioni assunte in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e Sicurezza Pubblica.
Nel corso di tali servizi, i militari, in agro di Cerignola, dopo aver notato un’autovettura FORD FIESTA marciante a velocità sostenuta e il comportamento visibilmente sospetto del conducente, procedevano al pedinamento della stessa fino al quartiere Torricelli dove veniva fermata e sottoposta a controllo di polizia.
Alla guida è risultata C.C. di anni 26 di Cerignola con precedenti per delitti contro l’ordine pubblico, il patrimonio e la fede pubblica, sprovvista di patente di guida, perché mai conseguita.
Insospettiti dal suo stato di agitazione, i Finanzieri procedevano alla perquisizione del veicolo rivenendo 20 bustine di cellophane con all’interno altrettante dosi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, abilmente occultate e pronte per essere spacciate.
Le ulteriori attività di perquisizione, svolte presso il domicilio dell’interessata, consentivano di rinvenire e sequestrare ulteriori gr. 26 di Cocaina, cica 1 Kg. di hashish e gr. 450 di Marijuana, unitamente a materiale vario utilizzato per il confezionamento delle singole dosi di stupefacenti, ed ancora, una pistola semiautomatica, calibro 9 con matricola abrasa completa di caricatore e 11 cartucce.
Al termine delle operazioni, C.C. è stata tratta in arresto per detenzione abusiva di armi e stupefacenti per fini di spaccio ed associata presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Proseguono incessanti le attività di polizia giudiziaria dirette alla repressione del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti, che recentemente hanno, altresì, consentito l’individuazione e il sequestro di circa 4 tonnellate di cannabis in piantagioni perfettamente attrezzate scoperte nei comuni di Margherita di Savoia e Trinitapoli.

RIGNANO GARGANICO: CARABINIERI ARRESTANO UNA PERSONA PER EVASIONE
I militari della Stazione Carabinieri di Rignano Garganico con l’ausilio di personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Rotondo,  hanno tratto in arresto Fiore Giovanni, classe “73, ivi residente, nullafacente, già segnalato nella Banca dati delle Forze dell’Ordine, resosi responsabile di evasione dalla misura cautelare degli arresti domiciliari, cui trovavasi sottoposto presso la propria abitazione.
Lo stesso, nella mattinata del 13 maggio 2017, era stato tratto in arresto poiché ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata, essendosi introdotto in un’abitazione di proprietà di un’anziana del luogo parzialmente travisato ed armato di coltello, sottraendo una somma di denaro in contanti.
Fiore durante la notte è stato sorpreso e prontamente bloccato dai  militari operanti nell’abitato di Rignano Garganico. L’Autorità Giudiziaria ha disposto il ripristino degli arresti domiciliari.

MINORENNE IN CUSTODIA AL “FORNELLI” DI BARI PER RAPINA, SI ERA ALLONTANATO DAL CENTRO RECUPERO
Nella mattinata odierna, in Monte San’Angelo (FG), Agenti della Polizia di Stato della Squadra Anticrimine del Commissariato di Ps di Manfredonia hanno ritracciato M.M., minore degli anni 18, destinatario del provvedimento, emesso dal G.I.P.presso il Tribunale per i minorenni di Bari, con cui è stata disposta l’applicazione della misura della custodia cautelare presso l’Istituto penitenziario minorile “Fornelli” di Bari per giorni 30.
Il predetto M.M. in data 20.07.18, in esecuzione di analogo provvedimento cautelare veniva collocato in Comunità, in quanto ritenuto responsabile di una rapina in strada, avvenuta a Manfredonia in data 23.06.18, ai danni di una donna che, a causa dell’azione delittuosa del M.M. rovinava a terra al punto da dover ricorrere ad un periodo di degenza ospedaliera in prognosi riservata.
Ebbene, qualche giorno dopo il suo collocamento presso una comunità per il recupero dei minori M.M. si allontanava arbitrariamente dalla Comunità individuata dal G.I.P. di Bari, determinando così la sostituzione di quella misura cautelare con quella più afflittiva della custodia cautelare presso l’Istituto penitenziario minorile. 
Ultimate le formalità di rito il minore è stato accompagnato presso l’Istituto per minori “Fornelli” di Bari, ove vi resterà per il periodo di giorni 30.

FOGGIA: CARABINIERI ARRESTANO UN NIGERIANO PER RAPINA E RESISTENZA
A seguito di predisposto servizio straordinario di controllo in area garganica, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Giovanni Rotondo hanno tratto in arresto Placentino Michele, classe ‘89, residente nello stesso comune, pregiudicato, ritenuto elemento di spicco della criminalità locale, resosi responsabile di detenzione e produzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di un’arma comune da sparo.
Il personale operante è intervenuto presso l’abitazione dell’arrestato situata nel centro cittadino, dove a seguito di perquisizione domiciliare, si rinvenivano e sottoponevano a sequestro: una pistola marca “Beretta” con matricola modificata calibro 7.65 e perfettamente funzionante, completa di caricatore; 5 “panetti” di sostanza stupefacente del tipo  hashish, con peso complessivo di 0,5 kg; circa 0,5 kg di marijuana; una somma in denaro in contanti di 580 euro, provento dell’attività delittuosa, nonché materiale vario per pesare e confezionare lo stupefacente come alcuni bilancini di precisione.
Il tutto veniva sottoposto sequestro; la droga veniva inviata al Laboratorio Lass del Comando Provinciale di Foggia, che effettuava le analisi chimiche appurando che da quanto sequestrato sarebbe stato possibile ricavare circa 4.500 dosi per un valore economico al dettaglio di circa 22.000 euro.
Placentino veniva condotto presso la Casa Circondariale Foggia.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento