Ultim'Ora

Manfredonia, Riccardi replica a Magno, «politicamente non sta bene»

Il Sindaco Angelo Riccardi (foto Comune Manfredonia) ndr.
di Nico Baratta

MANFREDONIA (FG), 05 AGO. - Son trascorsi appena tre giorni e la risposta di Angelo Riccardi, Sindaco di Manfredonia e Presidente dell’ASI Foggia, al comunicato del prof. Italo Magno, Vice Presidente del Consiglio comunale di Manfredonia, non si è fatta attendere. Sappiamo bene che Riccardi non le ha mai mandate a dire. Il riferimento è ai contenuti di un post pubblicato su facebook da Magno, sulla sua pagina social, e ripreso dagli organi di stampa, presente anche nell’articolo “Manfredonia, il prof. Magno chiede più coraggio agli amministratori comunali evitando il commissariamento”, pubblicato il 02 agosto 2018 su questo portale, dove il prof. Magno invitava gli amministratori comunali di Manfredonia ad avere più coraggio per evitare un possibile commissariamento, che lo stesso Magno auspicherebbe.

Il Sindaco del centro sipontino è stato contattato sul telefono cellulare attraverso WhatsApp, dove gli è stata chiesta una risposta al quel post. Ve lo proponiamo integralmente, sapendo che ognuno dei due amministratori comunali sono responsabili di ciò che hanno scritto e divulgato.

Angelo Riccardi: «Il prof. Magno non sta bene politicamente, da molto tempo, andrebbe curato politicamente, ma in Italia non esistono cure per questo tipo di patologia, dobbiamo sperare nella ricerca, nell’attesa bisogna usare le cure palliative, ma anche quelle vista la giustizia che ci ritroviamo sono assolutamente inefficaci».

Commento forte e chiaro quello del Sindaco Riccardi, che senza mezzi termini inquadra Magno.

Inoltre, Riccardi ad una nostra richiesta sul ricorso in atto al TAR verso l’ANAC, per la nota vicenda della sua carica all’ASI, ci fa sapere che: «A Settembre c’è sentenza sulla cautelare». Il riferimento è sulla delibera ANAC n° 453 del 09 maggio 2018 che reputa “inconferibile l'incarico di Presidente dell'Ente al sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, ai sensi dell’art. 7, comma 2 lett. c) del d.lgs. n. 39/2013 (che sancisce l'inconferibilità –quanto detto e scritto da dott. Raffaele Cantone, Presidente dell'Autorità Nazionale AntiCorruzione- dell'incarico a coloro che ricoprono il ruolo di amministratori di enti locali superiori a 15mila abitanti nella stessa regione dell'amministrazione che conferisce l'incarico“), perché, alla data di conferimento dell’incarico, il 27 settembre scorso, ed attualmente, ricopre la carica di Sindaco del Comune di Manfredonia. Una vicenda che sta coinvolgendo alcune forze politiche e alcuni dirigenti istituzionali, anche dell’ASI di Foggia, che vorrebbero Riccardi fuori dal Consorzio per l'Area di Sviluppo Industriale del capoluogo dauno. Ma questa è un’altra vicenda che seguiremo, seguite da dichiarazioni e comunicati vari.

Martedì 07 agosto p.v. siamo a conoscenza che a Manfredonia si svolgerà il Consiglio comunale. Non sappiamo cosa accadrà tra Riccardi e Magno, che scambi di parole vi potrebbero essere. Certo è che si prevede un’assise infuocata, come lo è da tempo e come è in questi giorni la temperatura esterna, con percezioni che superano i 40 °C. Percezioni che in politica sono importanti e spesso diventano azioni.

Come sempre la redazione è ben lieta di accogliere commenti, repliche, comunicati degli interessati e di chi è stato tirato in ballo sia dal prof. Magno, sia dal Sindaco Riccardi.


FOCUS:
- Manfredonia, il prof. Magno chiede più coraggio agli amministratori comunali evitando il commissariamento


©NicoBaratta all rights reserved - Tutti i diritti sono riservati.

lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento