Ultim'Ora

Bari. Operazione congiunta Polizia di Stato e Carabinieri: Arestati in tre contigui al clan Di Colsola per tentata estorsione aggravata continuata ai danni di due imprenditori locali titolari di una nota discoteca barese [VIDEO]

Tre arresti dei Cc e P.S. a Bari (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 23 FEB. (COMUNICATO STAMPA) - Nella mattinata di sabato 23 febbraio, in Bari - Ceglie del Campo, la Polizia di Stato ed i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a tre Ordinanze di Custodia Cautelare in carcere a carico di M.D. 35enne, F.G. 25enne e M.V. 19enne, contigui al sodalizio di tipo mafioso denominato clan DI COSOLA, ritenuti responsabili di tentata estorsione aggravata continuata ai danni di due imprenditori locali, titolari di una nota discoteca barese. Il provvedimento è scaturito dalle risultanze di attività investigative parallele, avviate in tempi diversi dalla Squadra Mobile della Questura di Bari e dalla Compagnia Carabinieri di Bari San Paolo e coordinate dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia. La Squadra Mobile aveva in corso un’attività investigativa sui destinatari dell’odierna misura cautelare, finalizzata a ricostruirne le responsabilità in ordine all’attività estorsiva posta in essere nei confronti dei gestori del suddetto locale da ballo. A seguito dell’esacerbarsi di contrasti tra gli indagati per la gestione dell’affare illecito, il 7 febbraio scorso, in Ceglie del Campo, si verificava un’accesa discussione tra i predetti e il 32enne D.C.V. , il quale esplodeva alcuni colpi d’arma da fuoco all’indirizzo della loro autovettura. Sul posto intervenivano i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo, i quali oltre a ricostruire le dinamiche dell’azione di fuoco, acquisivano ulteriori preziosi elementi probatori che andavano a corroborare pienamente, il già concreto quadro indiziario ricostruito dalla Squadra Mobile in relazione alla citata vicenda estorsiva. Nella circostanza, i militari traevano in arresto D.C.V. in quanto trovato in possesso della pistola marca Browning cal.7,65 con caricatore contenente 9 cartucce con la quale aveva eseguito l’azione di fuoco. La pistola, sottoposta a sequestro, è risultata provento di un furto in abitazione avvenuto a Bari nel 2011.




lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento