Ultim'Ora

Calcio. Foggia un punto d'oro a Palermo

Ranieri un o dei migliori del Foggia al "Barbera" (foto web) ndr
di Mario Schena

FOGGIA, 4 FEB. - Al “Barbera” ventunesimo match tra Foggia e Palermo. Siciliani in piena bagarre societaria e reduci da due sconfitte consecutive, spodestati temporaneamente dal primo posto dal Brescia che ha asfaltato il Pescara. Numerose le assenze tra i ragazzi di Stallone tra i quali il bomber Nostorovski. Foggia rinnovato. Sette gli arrivi e sei le partenze. Padalino getta nella mischia Nawa e Billong e schiera Greco in regia dal primo minuto. Difesa a quattro con Ranieri e Ngawa sull’esterno e Martinelli e Billong centrali. Centrocampo con Kragl e Gerbo esterni e centrale Greco, Busellato dietro Galano e Iemmello punte. Ha diretto Davide Ghersini della sezione di Genova coadiuvato da Giovanni Baccini di Conegliano e Marco Scatragli di Arezzo. Quarto ufficiale Francesco Guccini di Albano Laziale. Parte subito forte il Palermo e va vicino al gol on Falettti che manda alle stelle un pallone d’oro a due passi dalla porta. Dopo tre minuti Puscas calcia centrale e manda debolmente il pallone tra le braccia di Brignoli. All’ottavo è Jajalo ha concludere fuori. All’undicesimo primo intervento di Leali in maglia rossonera su conclusione di Faletti. 
Dopo un minuto è bravo Ranieri a chiudere in anticipo su Faletti che se ne sarebbe andato a rete. E’ un monologo dei padroni di casa che vanno al quarto d’ora ancora alla conclusione, questa volte alta, con Trajkoski. Cerca di alleggerire la pressione il Foggia e al diciottesimo un bel cross di Gerbo non trova nessuno dei suoi pronto davanti a Brignoli. Al ventunesimo il Foggia ha una grossissima occasione per passare in vantaggio con Galano che se ne va tutto solo a rete, ma forse un rimpallo del pallone su di una zolla gli fa sbagliare il tiro che termina in curva. Al ventiquattresimo ancora Puscas va al tiro, ma fuori bersaglio. Sempre Puscas al ventottesimo c prova di testa, ma non inquadra la porta. Al quarantesimo Leali para su Trajkovski ed il portiere del Foggia è bravo al quarantaquattresimo a parare con reattività un colpo di testa Di Bellusci sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Secondo tempo a squadre invariate e con il Palermo che cerca la vittoria, ma decisamente con meno intensità del primo tempo. 
Dopo due minuti Puscas non trova la deviazione vincente. Sul settimo corner in favore del Palermo, la difesa rossonera allontana di testa, Falletti si fionda sulla ribattuta scoccando un potente destro di prima intenzione che si spegne però oltre la traversa. Al dodicesimo gran cross dalla sinistra di Ranieri per Iemmello che schiaccia di testa ma trova la provvidenziale deviazione in angolo di Brignoli. Al quarto d’ora sul traversone dalla sinistra di Trajkovski sia Puscas di testa che Falletti di piede non riescono a trovare l’impatto decisivo con il pallone.  Non è serata per Galano che al ventesimo calcia d’esterno sinistro mandando la sfera sul fondo. Al trentunesimo ci prova Gerbo dalla distanza, ma la mira non è precisa. Al trentaduesimo Galano sbaglia ancora grossolanamente mandando incredibilmente fuori calciando dalla lunetta dell’area di rigore. Al trentanovesimo Palermo vicinissimo al vantaggio con una girata sotto porta di Puscas che termina di pochissimo lontano dall’incrocio dei pali alla destra di Leali su cross di Rispoli. Al quarantaduesimo grandissima parata dell’estremo difensore rossonero su conclusione ravvicinata di Puscas.Sette i minuti di recupero assegnati al secondo dei quali Galano riesce a divorarsi ancora un gol calciando fuori un pallone d’oro che la punta rossonera era riuscita a contrallare dopo l’intervento sbagliato di Bellusci. 
Più Foggia che Palermo nei minuti di recupero ed ancora vicino al gol del vantaggio questa volta con Iemmello che costringe Brignoli ad una gran parata con un diagonale dal limite dell’area. Ancora Iemmello al novantaseiesimo ci prova con un tiro giro chirurgico che sfiora il palo alla sinistra di Brignoli. La partita si chiude al novantottesimo sull’ennesima conclusione sbagliata da Galano. Punto d’oro per il Foggia. Prossimo avversario il Pescara allo Zaccheria, ma il Foggia rinnovato nel reparto difensivo sembra più affidabile. 



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento