Ultim'Ora

Andria (Bat). Rapina a mano armata in un centro scommesse

Tre arresti della Polizia a Trani (foto P.S) ndr.

di Nicola Losapio

BARI, 25 LUG. - Gli uomini del Commissariato di Trani su richiesta del Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Trani dott. Giovanni Lucio Vaira ed emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale di Trani dott. Raffaele Morelli, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 3 pregiudicati andriesi rispettivamente di 32,35 e 36 anni. Il personale investigativo del Commissariato ha appurato che nell’episodio risalente al mese di marzo scorso, i tre uomini, eseguirono un’incursione a volto coperto e armati di una pistola in un centro scommesse nei pressi del Comune vecchio di Andria, Giunti all’interno dell’attività, uno dei tre spinse tutti gli avventori fuori dal locale, mentre quello armato aveva provveduto a sfondare la porta del gabbiotto e con la minaccia dell’arma si era fatto consegnare il contenuto della cassa per un importo di 5.000 euro, inoltre prima di dileguarsi si erano appropriati anche di un portafogli contenente carte di credito e il cellulare posto sopra alla cassa. Dopo la razzia, messa a segno con particolare destrezza, freddezza e lucidità, il titolare dell’esercizio era riuscito a lanciare l’allarme al numero di emergenza del 113 che prontamente aveva provveduto all’invio di alcune volanti per effettuare i primi rilievi con l’escussione dei testimoni presenti sul luogo, necessari all’individuazione dei responsabili. Successivamente gli investigatori hanno visionato anche le registrazioni delle telecamere all’interno e all’esterno del locale oltre a quelle delle attività commerciali presenti in zona. Dai filmati è stato possibile rilevare la dinamica della rapina e risalire in maniera inconfutabile agli abiti indossati dai rei nel momento della rapina: scarpe da ginnastica, pantaloni di tuta, cappellini da baseball, ritrovati poi nelle abitazioni dei sospettati e che hanno confermato la colpevolezza degli indagati. Per tali motivi i tre sono stati accompagnati nei locali uffici del Commissariato di P.S. e dopo le formalità di rito associati alla Casa Circondariale di Trani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.



lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento