Ultim'Ora

Calcio. Foggia buona la prima vince con il Potenza e da un calcio alla contestazione

Germinio l'autore del primo gol del Foggia (foto Foggia Calcio) ndr.


di Mario Schena

FOGGIA, 11 OTT.
- Finalmente si gioca. Finalmente per diversi motivi. Su tutto la curiosità di vedere all’opera una squadra sconosciuta e verificarne le potenzialità. C’era molta attesa, ma anche la consapevolezza che una squadra da amalgamare e con qualche punto interrogativo in alcuni ruoli chiave, non potesse fare molto. Il Potenza con più gare nelle gambe e con un organico di tutto rispetto andava preso con le canoniche pinze. E’ finita due aa zero per il Foggia con un gol per tempo, ma soprattutto a conferma di una più che buona prestazione. Il Foggia schierato da Marchionni è sceso in campo con Fumagalli, Vitale (C), Gavazzi, Anelli, Di Masi (VC), Gentile, Curcio, D’Andrea, Germinio, Salvi, Kalombo. Ha diretto la gara Michele Di Cairano della sezione A.I.A. di Ariano Irpino coadiuvato da Pietro Lattanzi di Milano e Marco Ceccon di Lovere. Il Quarto ufficiale Gianpiero Miele di Nola. Prima del fischio iniziale lele due squadre in campo hanno osservato un minuto di silenzio per onorare la memoria di Francesco Traiano, giovane imprenditore tifoso del Foggia vittima di una rapina presso la sua attività e venuto a mancare, purtroppo, poche ore fa. E passiamo alla cronaca. Primo tempo vivace, ma con le due squadre che si annullano a centrocampo, anche se è il Foggia a dare l’impressione di essere più propositivo nel cercare la rete del vantaggio. Su tutti spiccano per il molto movimento Germinio e kalombo, vivacissimo sulla fascia destra. Non accade nulla di particolare sino al minuto quarantatre quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Curcio Gentile spizza per Germinio che sotto porta mette in rete. Immediata la risposta del Potenza che prima del fischio finale della prima parte della gara si divora il pari con Ricci che praticamente fallisce un rigore in movimento facendosi parare la conclusione da Fumagalli. Ripresa decisamente più vivace, con il Potenza alla ricerca del pari ed il Foggia pronto alla ripartenza. Foggia pericoloso con due azioni identiche. Al sesto D’Andrea serve sulla profondità Curcio che in area viene anticipato da Marchegiani in uscita, al nono stessa azione con protagonisti invertiti. Il Potenza cerca ma non trova né la giocata vincente né l’azione individuale. Va però vicinissimo al pari al minuto diciotto quando Fumagalli in volo plastico devia un’incornata di Ricci da posizione ravvicinata. Comincia la girandola delle sostituzioni in casa rossonera, fuori Vitale e D’Andra e dentro Garofalo e Dell’Agnello, e proprio quest’ultimo al ventisettesimo trova la zampata vincente insaccando con un tap-in dal basso verso l’alto a due passi dalla porta di Marchegiani su assist dalla sinistra di Di Masi. Alla mezzora bella girata di Curcio dal limite che sfiora il palo alla destra del portiere lucano. Cinque i minuti di recupero concessi dove nonostante tanta buona volontà il Potenza non si è fatto mai insidioso. Buona la prima per il Foggia, una grande iniezione di fiducia e probabilmente un buon calmante per le proteste dei tifosi. La squadra non è dispiaciuta. Mercoledì alle quindici di nuovo in campo per il recupero della prima giornata contro il Bisceglie.

 

lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento