Ultim'Ora

Nuovo DPCM di Conte. Obbligo mascherine all’aperto, oltre che al chiuso e consigliate in casa. Locali chiusi dopo una certa ora e ingressi contingentati. Multe salate per i trasgressori!


di Redazione

BARI, 09 OTT. - Il Governo vara un nuovo DPCM, Il Premier Conte dopo aver consultato lo staf tecnico-scientifico e dopo aver ascoltato i presidenti delle regione, nell'incontro Stato-Regioni, ha firmato il nuovo decreto per il contenimento della diffusione del Coronavirus.
Tante sono le limitazioni, dall'obbligo della mascherina, chirurgica o di stoffa lavabili multistrato, alla chiusura dei locali dopo una certa ora, alla contigentazione per gli ingressi a locali pubblici, stadi, etc.
Nel DPCM sono anche contenute le disposizioni per i trasgressori, multe da 400 a 1000 euro per chi non indossa la mascherina ove prevista.


 Di seguito un sunto delle disposizioni sull'utilizzo della mascherina

- Va tenuta sempre a portata di mano rispettando le regole di igiene (inopportuno tenerla nel sottogola, sul gomito, a penzoloni da un orecchio. La soluzione ideale è di portare con sé una bustina di plastica o di carta, nella quale riporre la mascherina quando non viene utilizzata e toccarla dagli elastici laterali).

- Va indossata ogni volta che si sia in prossimità di una persona non convivente. Il testo del decreto parla di «tutti i luoghi all’aperto, allorché si sia in prossimità di altre persone non conviventi».

- In una zona isolata non va indossata, ma bisogna essere pronti a metterla se si incontrano altre persone.
 
- Per i minori è obbligatoria dai 6 anni in su.

- Le persone con disabilità sono esentate solo coloro che hanno patologie o disabilità incompatibili con la copertura di naso e bocca e «coloro che per agire con loro abbiano la stessa incompatibilità».

- Fermo per strada o in una piazza il decreto prevede l’ «obbligo di indossarla in tutti i luoghi all’aperto ad eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi».

- Va indossata sia alla fermata dei mezzi pubblici che per salire a bordo del mezzo.


- In auto non va indossata se si è da soli o con i congiunti. Va indossata se a  bordo si trasportano persone anche familiari ma non conviventi. Lo stesso vale per le moto.

- Per gli altri mezzi di trasporto non va indossata, per esempio se in bicicletta o sul monopattino.

-  Se si svolgeun'attività motoria non va indossata, sia all’aperto sia al chiuso, a meno che non si riesca a mantenere la distanza di 2 metri dalle altre persone; in tal caso va indossata.

- In ufficio è obbligatoria sempre al chiuso a meno che non si stia in stanza da soli.

- Se si sta casa con persone non conviventi non è obbligatoria, ma gli esperti consigliano di utilizzarla soprattutto se si tratta di persone anziane oppure con patologie.

- Nei negozi è sempre obbligatoria.

- Al ristorante o al bar  si deve indossare quando non si sta seduti al tavolo. Al bar si deve indossare prima e dopo la consumazione di cibo e bevande e in questo caso va mantenuta la distanza di un metro.

- Al pub e nelle birrerie la mascherina va indossata sempre e si può abbassare quando si mangia e si beve. All’esterno dei locali - dunque se si porta un bicchiere o un panino fuori - valgono le stesse regole.







lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento