Ultim'Ora

Calcio. Per il Foggia un turno di riposo per ricaricare le batterie


Il capitano del Foggia Gentile rientrato in gruppo (foto web)  ndr

di Mario Schena 

Foggia 19 dic. - Foggia domenica fermo ai box, per il turno di riposo da effettuare per l’esclusione del Trapani dal campionato, in attesa della trasferta di Pagani di mercoledì prossimo che chiuderà calcisticamente il 2020. I rossoneri ne approfittano per ricaricare le batterie, curare qualche acciacco e tirare il fiato dopo un vero e proprio tour de force. Ritorna in gruppo Gentile che pare aver metabolizzato l’insano attacco ha subito settimane fa con l’incendio della porta di casa. Mercoledì, orario di inizio diciassette e trenta, non sarà disponibile invece Salvi che sconterà un turno di squalifica. Il Foggia è quinto in classifica insieme all’Avellino in una posizione di classifica decisamente buona e probabilmente inaspettata alla vigilia della stagione quando l’organico era da completare, la contestazione nei confronti della Società montava e quattro sconfitte di fila non facevano presagire niente di buono. Domenica al ritorno dalla vittoriosa trasferta di Monopoli i rossoneri sono stati accolti da cori e fumogeni da un gruppo di tifosi, mentre contestualmente continuava la contestazione alla società che viene ancora una volta invitata ad andare via. Contestazione che appare eccessiva, anche perché il sodalizio rossonero non ha tutt’oggi potenziali acquirenti e contestare una Società che oltre a consentire al Foggia di militare in un campionato professionistico ha tutto sommato allestito una compagine competitiva che va sì ritoccata, ma senza far follie. Va ricordato che in questo campionato nella casse del sodalizio rossonero è entrato pochissimo. Niente abbonati, niente spettatori almeno finora. Il tifoso è libero di applaudire e fischiare, ma lo deve fare a ragion veduta, perché non ci fosse stato questo gruppo, i rossoneri sarebbero ancora tra i dilettanti. Mercoledì a Pagani si chiuderà un anno davvero difficile per tutti e soprattutto per quei settori che, senza l’apporto del pubblico, sono in grave sofferenza. Per quanto riguarda il Girone C, vola la Ternana vittoriosa ad Avellino seguita da un Bari che, frenato in casa dalla Vibonese, si sta concedendo qualche pausa di troppo. Visto l’organico dei biancorossi, sono troppi nove punti di distacco dagli umbri. Al terzo posto c’è il Teramo, al terzo pari consecutivo con la Turris, avversario comunque non facile da affrontare a casa sua. Vola il Catanzaro che asfalta il Bisceglie in trasferta. In coda si fa difficilissima la situazione della Cavese, ultima a cinque punti dai play-out. Soffre anche il Potenza, penultimo e in crisi profonda c’è anche il Bisceglie dell’ex rossonero Peppino Scienza schiaffeggiato quattro vote anche nel recupero di mercoledì. Brutto momento anche per Casertana e Monopoli ai confini della zona rossa.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento