Ultim'Ora

Calcio. Ternana capolista il Bari insegue



La Ternana capolista del Girone C del campionato di C (foto web) ndr

di Mario Schena 

FOGGIA, 8 DIC. - Ancora Ternana. Trenta punti nelle ultime dieci gare la dicono lunga sullo stato di grazia della squadra rossoverde. Domenica scorsa tre a zero al Bisceglie con una doppietta di Partipilo suo attaccante più in forma. Come suol dirsi a Roma a Bari “rosicano” e tanto. De Laurentiis ha dichiarato che un altro anno di serie C per i9 biancorossi sarebbe un disastro. Sette le lunghezze di distanza e sono tante, anche se virtualmente potrebbero essere quattro perché gli umbri dovranno riposare. Va meno bene della partenza di campionato il Teramo. Che non trova la vittoria da tre gare e si è fatto fermare dalla Vibonese sul due a due. Si parla di crollo del Palermo. I siciliani al di là della sconfitta domenica scorsa a Foggia hanno dimostrato grandi lacune, soprattutto nella fase difensiva e poca incisività. Sugli scudi il Foggia di mister Marchionni. Contro i rosanero i satanelli sono piaciuti oltre che per il risultato, anche e soprattutto per il gioco espresso. 

C’è voluto il tempo necessario per dare una identità ad una squadra costruita in fretta e partita in ritardo, ma che adesso sta dando grandi soddisfazioni ad una tifoseria che continua ad essere ostile verso la dirigenza alla quale, però visti i risultati, non si può addurre nessuna colpa e che con gli sforzi fatti e la contemporanea mancanza di incassi deve ricevere la giusta riconoscenza che comunque la maggior parte dei tifosi rossoneri ha nei suoi confronti. Per chiudere la giornata vanno sottolineati il buon pari della disperata Cavese, ultima in classifica, al Massimino di Catania, frena l’Avellino, sconfitto a Francavilla, e mette a repentaglio la panchina di Braglia, come a rischio è la posizione di Eziolino Capuano a Potenza, Partita persa nel finale con la Viterbese per tre a due dopo che la squadra lucana era in doppio vantaggio. Anche a Potenza violenza contro il presidente Caiata, l’uomo grazie al quale la squadra lucana si è riaffacciata al calcio professionistico. Il presidente della Lega, Ghirelli, dopo gli episodi di Livorno, Foggia e Potenza ha perso la pazienza minacciando provvedimenti. Solo parole? Ci auguriamo di no. Il calcio non ha bisogno di certa gente.


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento