Ultim'Ora

Calcio. Foggia domenica arriva la capolista Ternana


Alessio Curcio capocannoniere del Foggia (foto wrb) ndr

di Mario Schena

Foggia 19 febbr. - Per il Foggia domenica alle 15.00 allo Zaccheria andrà in scena il terzo atto della saga infernale composta dalle gare con Catanzaro, Avellino, Ternana e Bari. Vale a dire che il calendario dei rossoneri ha messo, una dopo l’altra, le prime quattro della classifica. Pensiamo sia un record. Mai a memoria d’uomo il Foggia ha affrontato in sequenza le prime della classe tutte di fila. Archiviate già le gare con Catanzaro e Avellino entrambe perse, arriva ora la capolista Ternana e, visto il Foggia ad Avellino c’è davvero da stare poco allegri. Parlano i numeri, davvero impressionanti. I rossoverdi sono primi in classifica con cinquantanove punti. Diciotto vittorie, cinque pareggi e nessuna sconfitta con ben sessantuno reti segnate e appena sedici subite, miglior attacco e miglior difesa del campionato. Undici vittorie consecutive dalla quinta alla quindicesima giornata di andata. I ventisei punti ottenuti, fanno degli umbri la squadra che ha conquistato il maggior numero di punti in trasferta. Partipilo è il capocannoniere del torneo con dodici reti seguito ad una lunghezza dal suo compagno di squadra Falletti. E all’andata furono proprio i due bomber della squadra di Lucarelli che affondarono il Foggia con un perentorio due a zero. Nel primo tempo uno spiovente in area che Agostinone moncò clamorosamente consentì a Partipilo, alle sue spalle di agganciare indisturbato la sfera e segnare il gol del vantaggio. Nella ripresa Partipilo servì in area un pallone d’oro a Falletti che venne messo giù, calcio di rigore che lo stesso Falletti trasformò impeccabilmente spiazzando Fumagalli. Certo che se il Foggia è quello visto mercoledì sera ad Avellino ci sarà da soffrire tanto, ma giusto per contenere il passivo. La squadra rossonera al Partenio-Lombardi ha disputato la peggiore partita del Campionato palesando una inconsistenza disarmante. Speriamo che la batosta subita in Campania sia stata metabolizzata e la voglia di riscatto prevarrà sulla paura di perdere, altrimenti sarà un’altra pagina mortificante per i colori rossoneri. Marchionni, smaltita la rabbia, ha fatto svolgere ai suoi del lavoro defaticante e di scarico per chi ha giocato tutti i novanta minuti con l’Avellino e solite esercitazioni sulla fase di possesso palla, con partitella finale a campo ridotto. Domenica rientrerà, dopo la squalifica Fumagalli tra i pali e si spera di avere al cento per cento Said, Del Prete e Di Jenno che comunque hanno svolto ancora lavoro differenziato. Dovrebbe tornare a disposizione anche Anelli in difesa mentre Rocca dovrebbe riprendere il suo posto da così come D’Andrea. Foggia con l’organico al completo, ma contro la Ternana basterà?


lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento