Ultim'Ora

Foggia. Il Comune ha un Commissario Prefettizio. È la dott.ssa Marilisa Magno

La dott.ssa Marilisa Magno (foto web) ndr.

di Redazione

FOGGIA, 26 MAG. - La notizia era nota e si attendeva solo il nome. È la dott.ssa Marilisa Magno il nuovo Commissario Prefettizio di Foggia, in seguito alle dimissioni e poi sospensione del Sindaco Franco Landella, attualmente agli arresti domiciliari per corruzione e tentata concussione, con altri Consiglieri.

Una nomina che farà il bis con quella attesa in Prefettura, con il nuovo Prefetto dott. Carmine Esposito, già Questore di Roma, al posto del dott. Raffaele Grassi destinato alla Prefettura di Padova.

A Foggia c’è una “squadra Stato” sempre più rafforzata, da nomine eccellenti, con esperienze pluriennali negli ambiti delle lotta alla criminalità organizzata e mafiosa, e in quelle di comuni commissariati per cadute di Consigli comunali e infiltrazioni mafiose.

«Non conosco Foggia, nel senso che non ci sono mai stata prima e non ho mai lavorato qui» ha esordito la dott.ssa Magno. «Sono pronta ad affrontare questo nuovo incarico, sicuramente molto complesso. Cercheremo (con i dipendenti comunali e i massimi vertici delle Autorità locali, ndr.) di svolgere questo incarico nella maniera migliore qui nella struttura comunale. Poi attenderemo l'arrivo del nuovo Prefetto Carmine Esposito che si insedierà domani. La Magistratura e le Forze di polizia svolgono il loro ruolo. Io dovrò svolgere il ruolo di Commissario per portare avanti il Comune che naturalmente non si può fermare. È un Ente territoriale importantissimo che deve dare risposte ai cittadini. Tra i primi atti penso al bilancio, penso all'organizzazione del personale».  Idee chiare e precise sul dà farsi, che non lascia dubbi sulla sua competenza e collaborazione, che la vedrà gomito a gomito con gli inquirenti per ridare legalità a un sistema incancrenito che la politica locale ha ormai inquinato «Sono due procedimenti completamente diversi: c'è la commissione di accesso nominata dal Prefetto (Grassi, ndr.) - ha posto in evidenza la dott.ssa Magno riferendosi alle due inchieste che riguardano Palazzo di Città - mentre questo è lo scioglimento perché ci sono le dimissioni del Sindaco. Sono due procedure che vanno ognuna per la loro strada. Non ho la sfera di cristallo per capire cosa accadrà».

Ma chi è la dott.ssa Marilisa Magno?

Il Prefetto dott.ssa Marilisa Magno, è nata a Napoli il 30 luglio 1954. Inizia la sua carriera il 1° aprile 1982 presso la Prefettura di Cuneo e dopo una esperienza alla Segreteria Tecnica del Sottosegretario di Stato del Ministero del Tesoro, è collocata fuori ruolo per le esigenze del Commissariato del Governo Regione Campania, ove ha svolto le funzioni di Segretaria particolare del Commissario del Governo, di Vicecapo di Gabinetto, Dirigente dell’Ufficio Affari Legislativi e Giuridici e Segretaria della Commissione di Controllo sugli atti della Regione Campania.

Con disposizione del Prefetto di Napoli del febbraio 1994 viene inserita nella struttura regionale di coordinamento per l’emergenza rifiuti, quale responsabile dell’ufficio contenzioso.

Nel luglio 1998, nell’ambito dell’Ufficio di Gabinetto della Prefettura di Napoli, è nominata responsabile della Segreteria del Prefetto, Ufficio cerimoniale e stampa.

Promossa alla qualifica di Vice Prefetto nel 2000, svolge le funzioni di Vice Capo di Gabinetto della Prefettura di Napoli e Dirigente del IV Settore Gabinetto. Successivamente è incaricata di dirigere l’area IV bis Depenalizzazione.

Viceprefetto Vicario della Prefettura di Vibo Valentia svolge contemporaneamente le funzioni di dirigente dell’Area II Enti Locali e consultazioni Elettorali.  

Nel 2005 diviene Coordinatrice della Commissione di accesso presso il Comune di Frattaminore per la verifica di collegamenti diretti o indiretti con la criminalità organizzata.

Trasferita presso il Ministero dell’Interno il 1° agosto 2007 viene nominata Responsabile della Segreteria Tecnica del Vice Ministro e dal maggio del 2008  Dirigente dell’Ufficio Affari Generali e Giuridici dell’Ufficio di Coordinamento delle Forze di Polizia del Dipartimento della P.S..

Dal dicembre del 2009 è all’Ufficio Affari Legislativi e Relazioni Parlamentari con l’incarico di Capo ufficio di staff dell’Ufficio VII –Pubblica Sicurezza.

Dal 30 agosto 2010 è stata Prefetto di Trapani, poi Direttore Centrale per le risorse umane presso il Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile.

Mentre dal dicembre 2014 viene nominata presidente della Commissione di accesso presso Roma Capitale.

Dal 2017 al 2019 è stata Prefetto di Bari poi in quiescenza

Nel corso della carriera la dott.ssa Magno è stata incaricata di diverse gestioni commissariali in comuni sciolti sia ai sensi dell’art. 141 del D.Lgs. 267/2000 (Massa di Somma, Casamicciola, Quarto, Gerocarne, San Gregorio d’Ippona, San Salvatore Telesino, S.Arcangelo Trimonte) che per infiltrazioni di tipo mafioso (Villaricca, Afragola, San Gennaro Vesuviano).

Inoltre è stata Coordinatrice della Commissione di accesso presso il Comune di Frattaminore per la verifica di collegamenti diretti o indiretti con la criminalità organizzata.

Coordinatrice dell’unità di supporto presso la Prefettura di Vibo Valentia per le linee strategico-evolutive del “ Programma Calabria”.

Presidente del Centro Coordinamento Soccorsi istituito a seguito degli eventi alluvionali del 3 luglio 2006 a Vibo Valentia.

Nominata nell’aprile 2009 rappresentante del Ministero dell’Interno per il Protocollo d’intesa in materia di sicurezza urbana firmato con la Regione Veneto con l’incarico di sovrintendere alle attività generali di coordinamento e di attuazione dei programmi.

Docente presso la Scuola Superiore dell’Amministrazione dell’Interno e presso la Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia.

Ha seguito un corso semestrale di perfezionamento in Amministrazione e Finanza degli Enti Locali presso l’Università Federico II – Facoltà di Giurisprudenza di Napoli ed ha  svolto attività di ricerca nell’ambito della stessa Università, pubblicando alcune recensioni ed articoli.




lagazzettameridonale.it © All Rights Reserved (Tutti i diritti di questo articolo sono Riservati)

Nessun commento